Negli ultimi anni si è assistito alla diffusione di tutti quei prodotti e metodi di cottura che sono in grado di garantire ottimi risultati in termini di cibo sano, minimamente processato, che viene cotto con una minima aggiunta di grassi e condimenti. La fanno da padrone frutta e verdura, legumi e tuberi, ma anche tagli di carne poveri di grasso, che cotti tradizionalmente ad esempio tenderebbero ad indurire e diventare immangiabili proprio per l’assenza del grasso che invece ha la proprietà di ammorbidire la carne durante la cottura. Tra tutti gli strumenti disponibili in commercio, è possibile trovare dei punti in comune tra pentole a pressione e slow cooker: entrambi, infatti, rendono possibile la cottura di alimenti che altrimenti non verrebbero inclusi nella nostra dieta, o almeno non frequentemente, per la complessità caratteristica della preparazione. Ma questi due prodotti hanno anche diverse differenze, vediamo più in dettaglio quali.

Uno slow cooker, come dice letteralmente il termine, è un processo di cottura molto lento, ed operato a bassa temperatura, in modo da cuocere in modo ottimale gli ingredienti senza distruggere importanti proprietà e valori nutrizionali, che invece vanno solitamente persi con cotture lunghe e a temperature notevolmente più alte. Generalmente gli slow cooker sono dei prodotti ad alimentazione elettrica, in modo che sia possibile impostare un programma predefinito o un timer manuale e non sia poi necessario controllare il procedere della cottura, vista la lunghezza e la natura di questo tipo di cottura. 

Una pentola a pressione invece funziona con una modalità diametralmente opposta: il cibo viene cotto a temperature altissime, ben oltre la temperatura di ebollizione dell’acqua, per un tempo notevolmente ridotto, ed anche in questo caso la combinazione di questi due fattori consente agli alimenti di mantenere intatto il proprio contenuto in vitamine, minerali, ed altre proprietà nutrizionali. Benché tradizionalmente una pentola a pressione necessiti di essere posta su un piano di cottura, con i quindi conseguenti necessari precisione e controllo sui tempi di cottura, sono disponibili anche diversi modelli di pentole a pressione di tipo elettrico, che quindi le rende convenienti allo stesso modo degli slow cooker sopra citati. Tutti i vantaggi della cottura in una pentola a pressione rispetto ad altri metodi di cottura paragonabili sono reperibili al sito pentola-pressione.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *