Viaggiare in traghetto con i bambini

Viaggiare in traghetto con i bambiniSempre più spesso le famiglie con bambini scelgono le isole come meta delle loro vacanze estive, e non solo. Il traghetto diventa l’unico mezzo per raggiungere queste località di mare e allora si può porre il problema di aiutare i bambini ad affrontare questo viaggio nel miglior modo possibile.

OFFERTA DE CECCO

Innanzitutto bisogna considerare il fatto che ormai le navi utilizzate come traghetti sono dei natanti confortevoli e muniti di ogni servizio necessario a rendere il viaggio il più comodo e tranquillo possibile. Non sono navi adibite solo al carico di auto e passeggeri per effettuare la tratta di collegamento tra la terra ferma e le isole. Molte compagnie offrono la possibilità di godere di strutture accessoriate, munite di sale di intrattenimento che possano venire incontro anche alle necessità di una famiglia con bambini al seguito. Il traghetto, quindi, diviene un luogo fisico dove accogliere il viaggiatore e soddisfarne ogni bisogno per trasformare la traversata in un viaggio piacevole e godibile.

Viaggiare in traghetto con un bambino non è più una circostanza che possa riservare sorprese sgradevoli. Tutto sta nel sapere scegliere la giusta compagnia di navigazione, che offra mezzi confortevoli e dotati di spazi dedicati ai bambini per aiutare i genitori ad intrattenerli e aiutarli ad affrontare al meglio il tempo della traversata in mare. È importante, inoltre, valutare i tempi di percorrenza rispetto alla capacità di sopportazione dei proprio pargoli. Ad esempio un viaggio in notturna permette di sfruttare la stanchezza del bambino per affrontare la traversata dormendo.  

Per i viaggi di giorno, invece, si possono fare esperienze indimenticabili, guardando il marepartecipando ai giochi organizzati dallo staff della nave oppure giocando con altri bambini e facendo nuove amicizie. Gli spazi delle navi dei nuovi traghetti permettono di tenere occupati i bambini in diversi modi, così da far passare il tempo della traversata in un lampo!

Se si affronta il viaggio con bambini piccoli o neonati è consigliabile prendere una cabina per la notte in modo da avere a disposizione un letto comodo e un bagno personale. Questa opzione, anche se più costosa, è l’ideale specialmente nel caso di lunghe traversate. La cabina permette di assistere al meglio i bambini più piccoli per il cambio e la pappa, anche se i traghetti più moderni sono dotati di spazi dedicati alle mamme con fasciatoi e scaldabiberon. Le cabine sono fornite di saponi, lenzuola, asciugamani, etc.

Premesso che resta fondamentale la vigilanza dei genitori sui propri figli, sono tanti e diversi gli strumenti di intrattenimento che si possono trovare a bordo di un traghetto. Ad esempio, le navi più attrezzate e adibite a viaggi lunghi sono forniti di un cinema per la proiezione di cartoni animati o film per bambini. Si trovano anche aree gioco dedicate e videogiochi. In questi spazi i bambini possono giocare in sicurezza sotto la sorveglianza dei genitori e del personale di bordo. In estate, per le navi più grandi, è possibile trovare anche una piscina sul ponte. In questo modo il divertimento sarà assicurato e le ore della traversata passeranno in un attimo.

Oggi viaggiare in traghetto con i bambini al seguito non deve costituire più un motivo di preoccupazione. Grazie ai comfort che è possibile trovare a bordo, le ore possono trascorrere in modo piacevole tra un gioco e l’altro, senza problemi.